Oggi saremmo tutti partiti per venire da te , e si 70 anni meritavano quel viaggio.

Oggi Gian Maria ti avrebbe portato un bel prosciutto , Carlotta avrebbe ordinato la cravatta più bella che sia stata fatta e io, testardo, ancora un regalo tecnologico che forse avresti usato solo al 2%! Arrivati , ci avresti detto che ti eri già fatto un bel regalo da 1000€ o forse più e che dovevamo contribuire , 350/350/350 e ti saresti intascato anche i 50€ (e chissà se davvero erano 1000 o meno). Avresti organizzato una festa, obbligato mamma a fare tutto , tu la parte tua l’avevi fatta, ovvero invitare. E si, tu i soldi li spendevi e li facevi spendere perché in fondo a te dei soldi non fregava niente, per te l’importante erano le persone, e se quei soldi aiutavano a creare sorrisi o dare un aiuto a chi era in difficoltà , allora si davano senza battere ciglio. Non ti riesco a immaginare invecchiato , ma sicuro eri bello , sicuramente più di me , perché chi ti riusciva a vedere dentro era abbagliato dalla tua bellezza. Avremmo riso , forse anche pianto , qualche fanculo e qualche ti voglio bene, tutto nell’ imperfezione che ogni essere umano ha. Oggi ci manchi , immagino la famiglia come gli archi fatti di pietra, cade una cade l’arco….. oggi quelle pietre stanno componendo nuovi archi , ma un po’ manca sentirsi parte di quell’arco dove tu ci proteggevi.

Caro papà auguri, 15 anni ma sei ancora con noi.