Blog

I miei pensieri e lettere a cuore aperto a voi amici, ma anche qualche momento per ridere con me e i nostri ultimi

Ho Stampato Un Momento

IMG_1330

In un cielo pieno di stelle mi chiedo dov’e’ la luce che
guiderà questo mio amato mondo , la luce che possa
oscurare la tristezza dell’animo dell’uomo solo, la luce che
può illuminare il cuore e i passi dell’amore.

Cari amici, oggi vi chiedo amore, un gesto o una semplice
carezza , scusatemi se allungo la mano, ho bisogno di voi,
ho bisogno di sapere che sono presente li con voi, nel vostro
cuore ….. perche i miei passi lenti diventano pesanti, macigni.

Continua a leggere...

Un Calzino Rosso e l’altro Verde

IMG_0318

Un bimbo mi sorride e cosi il cuore un po lacerato smette di sanguinare, impagabile, unico , l’emozione che da energia ai miei passi lenti.

Quando mi vieni a prendere, mi chiedo e mi richiedo, sono un po’ stanco, e continuo lento a cercare i segni dell’amore.

Continua a leggere...

Quell’Innocenza Colpita

IMG_2184

Cammino nell ospedale , vedo una macchina arrivare , due bambini , due fratellini, insanguinati.
cosi sanguino un po anche io ,gli passo affianco, cerco di sembrare indifferente mentre gli infermieri li portano dentro,
ma all’interno la tristezza mi lacera.

Continua a leggere...

Voi siete il mio Rock

IMG_1378

Ascolto la mia musica e cosi la tristezza viene portata via da qualche nota , dalle parole che parlano d’amore, si , proprio di questo sentimento che sento forte dentro e mi porta lontano da voi e vicino al mio ultimo.

Cosi entro ancora una volta dentro di voi, sussurrandovi con l’urlo di chi non ha voce, l’urlo di chi da un letto d’ospedale porta i segni della sofferenza e di questa guerra. Amici miei, voi siete il mio rock, quella canzone che con la sua chitarra e batteria ti dice , muoviti, muoviti, e cosi voi siete me e io sento quell’energia , quella forza che e’ il vostro amore, si amici miei , voi siete il mio rock, la mia canzone preferita, la mia essenza. Mai solo, in moto con le vostre pacche sulle spalle, con i vostri ti voglio bene.

Continua a leggere...

Camminando… e un pò piangendo

Cosi quell frastuono tetro , quell’istante dove il suono del mondo viene ricoperto dal rumore cupo della morte, io ho sentito forte paura e vita. Il battito accellera, le immagini della vita si presentano una dietro l’altra quasi come quelle pellicole di una volta senza suoni.
Non sono mai stato sordo all’effetto di una Guerra, ma lo saro per sempre alla ricerca di una giustificazione razionale o anche piu morale. Be, riconosco a volte il limite dell’essere umano quale sono, e cosi mi rivolgio a chi mi da risposte e mi porta tra le sue braccia.

Continua a leggere...

Twitter